giovedì 3 marzo 2016

Throwback Thursday: Destroyed by Pepper Winters

Buona giornata, cari lettori ♥
Oggi è il turno di uno dei romanzi di Pepper Winters che più mi ha colpito, dopo la storia di Q e Tess. Sto parlando del fantastico Destroyed! Quasi 500 pagine in cui il mio cuore ha pianto e pianto. Non so come, ma la Winters è in grado di toccarmi l'anima -- e non con i sentimenti d'amore, ma con quelli oscuri che solo lei è in grado di scrivere come si deve. Con Q mi ha squarciata in due, e con Roan mi ha marchiata, tanto che il tatuaggio che ho sul polso sinistro riporta le famose III. You ready?!

Titolo: Destroyed
Autore: Pepper Winters
Genere: Grey Romance
Pagine: 464
Data di pubblicazione: 4 Marzo 2014
Aggiungilo alla tua TBR su Goodreads

She has a secret.

I’m complicated. Not broken or ruined or running from a past I can’t face. Just complicated.

I thought my life couldn’t get any more tangled in deceit and confusion. But I hadn’t met him. I hadn't realized how far I could fall or what I'd have do to get free.

He has a secret.

I’ve never pretended to be good or deserving. I chase who I want, do what I want, act how I want.

I didn’t have time to lust after a woman I had no right to lust after. I told myself to shut up and stay hidden. But then she tried to run. I’d tasted what she could offer me and damned if I would let her go.

Secrets destroy them.

**Pepper Winters is known for her Dark Erotica. This book is more a Grey Romance. It isn't fluffy, and still deals with darker subjects, but it isn't brutal.**

Destroyed is a complicated love story between a man with a terrible past and a woman who holds his cure. A man who finds redemption in love and a woman who loses her heart and reason for living.

Death brings life, and destruction brings new beginnings.

Complete at 144,000 words. No cliffhanger. Stand alone.


Struggente, doloroso, duro e ricco di passione.

[Recensione scritta per il blog Greta Booklovers]

Eccomi qui a parlare del nuovo avvincente dark romance dell'ineguagliabile Pepper Winters, ormai schieratasi al primo posto della mia Top Autrici insieme alla sublime Keri Arthur. Dovete sapere che la pubblicazione di questo romanzo è stata molto travagliata, perché la scrittrice aveva tanti dubbi e aveva perso fiducia in se stessa. Da quello che ho capito, lei aveva in mente una storia ben precisa, invece si è lasciata influenzare da quello che ai lettori sarebbe potuto piacere. Risultato: ha eliminato molte delle pagine che aveva scritto e ha ristilato il finale in quattro e quattr'otto, ricordando che tipo di scrittrice fosse, ritrovando se stessa. Ci tengo a citare un passaggio del post che ha pubblicato sul suo blog per giustificare l'uscita in ritardo di Destroyed:

«Per tutti gli scrittori lì fuori, non dimenticate mai chi siete. In questi giorni c'è così tanta pressione nel mercato sempre in crescita, ricco di così tanti generi meravigliosi, ma non scrivete mai di qualcosa che non vi appassiona.»

Direi che non c'è nient'altro da aggiungere. Ma veniamo al libro! Destroyed narra la storia — e che storia! — tra Hazel Hunter e Roan Averin. Zel è una ventiquattrenne forgiata nell'acciaio, se così si può dire. Ha una bambina di otto anni, Clara, che a causa di una malattia al sistema immunitario sta morendo. Zel non riesce ad accettarlo, non vuole arrendersi al destino scelto per sua figlia, così accetta di accompagnare la sua migliore amica, Clue, in un club di combattimenti clandestini: c'è un farmaco sperimentale illegale che potrebbe salvare Clara, ma lei ha bisogno di soldi, e spera di trovare quello che cerca nello spettrale e gotico Obsidian. Ed è qui, tra aitanti uomini ricoperti di sudore e sangue che si affrontano nelle varie specialità di combattimento, che i suoi occhi verdi si scontrano con quelli così chiari da sembrare bianchi.
La sua presenza mi fece dimenticare di tutto, tranne che di lui.
Lui prese il controllo del mio mondo. Era un'eclissi.
Lui è Obsidian Fox, proprietario del locale.
Obsidian Fox era così maschio da terrorizzare. Non solo prestante, indossava i suoi difetti per perché il mondo li vedesse e non si scusava.
Ah, Fox… Okay, ragazze, lo ammetto senza problemi: io ADORO gli uomini rudi, quelli che non mostrano neanche un minimo di gentilezza, ma che ti fanno sciogliere come cioccolata al sole al solo vedere il loro sguardo famelico puntato su di voi. E quando dico famelico, intendo FAMELICO.
Era troppo. Troppo intenso. Troppo pericoloso.
Fox non è decisamente un soggetto con cui si può abbassare la guardia, perché non appena commetti il fatale errore di sfiorarlo, sei letteralmente morto — e non sto scherzando! Che cosa voglio dire? Oh, ragazze… voglio dire che non appena giunge il primo bacio — e con primo intendo proprio "primo bacio" per Fox, non voglio spoilerarvi troppo — e Zel, giustamente, allunga le sue belle manine sul petto granitico di quel pezzo d'uomo, immediatamente si ritrova a terra… Con le mani giganti di Fox attorno alla gola.
Credeva di potermi aggiustare, e volevo che lo facesse.
Peccato che non ci sarebbe mai stato un lieto fine.
Grazie al cielo la mitica Hazel è una tipa più che tosta, e gira sempre con un pugnale. Il tempo di conficcarlo nella coscia dell'inquietante Fox, ed ecco che è scampata a morte certa. Nell'istante in cui la vidi persi una parte di me stesso. Ora, voi penserete che una persona con un po' di sale in zucca scapperebbe a gambe levate da un tipo così… errore! Il tenebroso Obsidian Fox si è invaghito al primo istante di Zel, e le ha offerto duecentomila dollari per passare un mese con lui. Prestazione? Sesso, sesso, sesso. Non so cosa ne pensate voi, ma quelli sono un mucchio di soldi — e Hazel deve pensare a Clara, non può permettersi di rifiutare, di accettare che comunque la sua piccolina morirà entro breve.
Così l'ho rubata.
L'ho presa.
Ancora e ancora.
Da quel momento in poi, signori e signore, ci sono due semplici regole da seguire:
  1. Ricordatevi di non andare mai in giro disarmate.
  2. Mai e sottolineo MAI toccare Fox.
Credevo fosse una santa.
Credeva fossi un peccatore.
Peccato che non cercammo di trovare la verità.
Ne pagammo entrambi il prezzo.
Ci distruggemmo.
Quello che mi ha fatto impazzire di questo romanzo sono stati i flashback di Fox. Dovete sapere che ha un passato a dir poco mostruoso. Un passato che ti fa stringere il cuore flashback dopo flashback. Fox è un Ghost, un killer addestrato nella Madre Russia, suo Paese d'origine. È un soldato speciale, creato dal sangue e dalla tortura mentale e fisica. I soprusi a cui l'ha sottoposto il suo addestratore per renderlo una creatura del demonio incapace di provare emozioni sono terribili — e non mi meraviglia che questo povero ragazzo passi alla modalità OMICIDIO non appena qualcuno lo sfiora con un dito.

Invincibile. Impenetrabile. Invisibile.

Questo è il motto di un Ghost — il numero III che Fox ha sulla mano, insieme a innumerevoli cicatrici. Ferite che lui continua a infliggersi, perché il dolore è l'unica cosa che può dargli una parvenza di pace. Ma quando un uomo con il volto segnato dalla crudeltà più pura perde il controllo a causa di un radicato condizionamento, nessuno è al sicuro. Quando la voce del tuo addestratore ti risuona nella testa, non puoi far altro che obbedire e tornare a essere la macchina di morte in cui ti hanno trasformato.
Uccidi. Distaccati. Sanguina. Divora.
Finché Clara non entra nella vita di quest'uomo schiavo delle tenebre del suo passato, facendogli capire che esiste una cura per lui e il suo immenso dolore: l'amore incondizionato e puro di una bambina capace di vedere nell'anima delle persone, anche di quelle più oscure.
«Non sei un uomo cattivo. Non puoi essere un uomo cattivo perché io ti voglio bene e, be', non potrei amare un uomo cattivo.»
Come mi aspettavo, Pepper Winters è riuscita a toccare una corda speciale dentro di me con il personaggio di Roan. La sofferenza che emanano le pagine è quasi palpabile, ti si appiccica addosso e non la lavi più via. Ho pianto quando è accaduto l'inevitabile. Sono stata in pena per Fox in ogni singola scena, terrorizzata ed eccitata al pensiero di quello che avrebbe potuto fare a Zel, ma sicura che lei non gli avrebbe permesso di ucciderla. Un po' troppo miele nel finale, per la sottoscritta, ma come vi ho detto, è un grey romance, quindi ci può stare un lieto fine per un uomo distrutto come Roan.
«Ha bisogno di te, mammina.»
Un uomo che dopo aver vissuto gli incubi peggiori dell'universo merita di trovare la pace che ha sempre sognato, e che so che non lo lascerà mai più. Perché lui ha Hazel — e quando hai una guerriera che lotta per te, per voi, per la vostra famiglia, non c'è assolutamente niente che possa sconfiggerla.




RICONOSCIMENTI OTTENUTI DAL ROMANZO



ACQUISTA IL ROMANZO SU


Kobo | iBooks | Mondadori Store | Google Play




CONOSCI L'AUTRICE

Pepper Winters wears many roles. Some of them include writer, reader, sometimes wife. She loves dark, taboo stories that twist with your head. The more tortured the hero, the better, and she constantly thinks up ways to break and fix her characters. Oh, and sex... her books have sex.
She loves to travel and has an amazing, fabulous hubby who puts up with her love affair with her book boyfriends. She's also honoured to wear the IndieReader Badge for being a Top 10 Indie Bestsellers, best BDSM series voted by the SmutClub, and recently signed a two book deal with Grand Central. Her books are currently being translated into numerous languages and will be in bookstores in the near future.

2 commenti:

  1. Questo non è esattamente il mio genere, ma potrei farci un pensierino, perché il tuo entusiasmo è contagioso! :) Inizio a segnarmelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, per iniziare ad addentrarsi nel Dark Romance sarebbe perfetto :D sono felice che la mia recensione ti sia piaciuta! ♥

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Codice Linkwithin